Clive Goddard

Biografia

Clive Goddard ha avuto un sacco di avventure disastrose. Una volta è rimasto bloccato negli Stati Uniti a causa di un’eruzione vulcanica, è stato inseguito da uno struzzo furibondo in Swaziland e il suo zaino si è infradiciato per colpa di un gabinetto difettoso in Olanda. Ha preso un’insolazione alle Hawaii, un colpo di calore in Namibia, lo ha morso un ragno velenoso in Sud Africa e gli è venuta un’intossicazione in Thailandia. Ha perso la macchina fotografica in Tasmania, si è perso in Giappone e lo hanno derubato in Cina (due volte). Clive Goddard non sapeva di essere uno scrittore finché non è saltato fuori questo libro. Pensava di essere un illustratore. Probabilmente a furia di illustrare decine di libri di “Morti che parlano” gli è venuta l’ispirazione per scriverne uno suo. Quando non viaggia, non disegna o non scrive, Clive vive a Oxford dove va in bici, gioca a badminton e si dedica a lunghe sessioni di sonno.

Nel nostro catalogo

Newsletter

Scelta della lista

Acconsento al trattamento dei dati personali secondo i termini di legge *