10 domande a Edward van de Vendel, autore di “Piccola Volpe”

Edward van de Vendel è stato insegnante e direttore di scuola finché non ha scoperto la sua vera vocazione: scrivere. Oggi è uno dei più affermati e premiati autori olandesi di libri per bambini e ragazzi. Gli abbiamo rivolto le nostre dieci domande, ed ecco cosa abbiamo scoperto!

Quando hai deciso che avresti fatto lo scrittore? 
In realtà avrei voluto scrivere canzoni. Ma quando stavo facendo il mio apprendistato come insegnante (ho lavorato in una scuola elementare come insegnante per anni) ho iniziato a leggere poesie per bambini. E dallo scrivere canzoni sono passato a scrivere poesie. E dallo scrivere poesie allo scrivere storie.

Cosa hai provato nel vedere il tuo libro pubblicato? È stato un sogno diventato realtà?
È stato fantastico. Ho messo le prime copie del libro in bella mostra a casa mia, così da poterle vedere ovunque.

Hai una kryptonite nella scrittura?
Sì, la vita quotidiana! Ci sono così tante cose, dalle email ai social media, dagli amici ai libri, dal terrazzo al sole…

I tre libri/autori/illustratori preferiti di quando eri bambina e di adesso.
Allora e adesso: Astrid Lindgren, Guus Kuijer and Paul Biegel.

L’aspetto positivo e quello negativo dell’essere uno scrittore.
La parte migliore è vedere i bambini che apprezzano i tuoi libri. La parte peggiore è doversi concentrare e lavorare sempre di più! Ma ad essere sinceri anche questo non è male. È divertente essere uno scrittore di libri per bambini.

Come scrittore, cosa sceglieresti come mascotte/avatar/spirito animale?
Senza dubbio un okapi.

Dove hai trovato l’idea per questo libro e cosa ti ha insegnato.
Marije e io volevamo lavorare di nuovo insieme. La prima idea era quello di farne un libro di poesie, con le piccole cose sognate dalla volpe. Ma ci siamo resi conto che funzionava molto meglio come storia.

Se non fossi uno scrittore, quale sarebbe il tuo lavoro ideale?
Mi piacerebbe essere un insegnante o un editore.

Cosa vuoi dire ai tuoi lettori italiani?
Grazie mille, cari lettori italiani! Sono sicuro che vi prenderete cura della nostra piccola volpe. Grazie!

Newsletter

Scelta della lista

Acconsento al trattamento dei dati personali secondo i termini di legge *