10 domande a Helena Dahlgren, autrice di “Soul Riders. L’isola dei cavalli”

Abbiamo rivolto le nostre #10domande a Helena Dahlgren, l’autrice della serie fantasy di successo internazionale per giovani adulti Soul Riders! Se siete curiosi di scoprire di più su di lei e sulla serie ispirata al magico mondo di Star Stable, non vi resta che leggere le sue risposte alla nostra intervista!

Quando ti sei resa conto per la prima volta di voler diventare una scrittrice?

All’età di cinque anni, quando ho scritto la mia prima storia. Ho sempre voluto essere una scrittrice.

Quanto tempo ci ha impiegato la tua storia ad arrivare sugli scaffali?

Poco più di un anno.

Sei il primo artista della tua famiglia?

Vengo da una famiglia artistica. Mio papà e mio fratello sono entrambi musicisti molto bravi (anche se per loro si tratta solo di un hobby) e mia mamma ha sempre disegnato e lavorato a maglia. Ma sono la prima della famiglia ad aver pubblicato un libro… per ora. Una delle mie figlie ama anche lei scrivere, per cui è probabile che non rimarrò l’unica ancora per molto.!

3 Libri, autori e illustratori preferiti da quando eri bambina ad oggi:
Astrid Lindgren, senza dubbio! I suoi libri sono nel mio DNA e li rileggo ancora, ogni tanto. Mi piacciono molto le storie tristi, come I fratelli Cuordileone, Mio piccolo mio, e una breve storia poco conosciuta intitolata L’uccellino rosso.

Maria Gripe, un’altra autrice svedese che probabilmente da voi in Italia è poco conosciuta. Le sue storie sono molto misteriose e ricche di atmosfera, le adoro. Il nome di una delle mie figlie (Agnes Cecilia) è ispirato a uno dei suoi libri che amo di più.  
C.S. Lewis. Da bambina ho amato i libri della saga Narnia e ho addirittura scritto una fanfiction ispirata a questi libri. 

La parte migliore e peggiore dell’essere una scrittrice
La parte migliore è interagire con i miei lettori e fare ciò che amo di più ogni giorno.

La parte peggiore è dubitare del proprio lavoro…

Come scrittrice, cosa sceglieresti come mascotte/avatar/animale guida?
Hmmm, domanda difficile! Sono una grande fan di Stephen King e ho tantissime Funko Pops ispirate ai suoi libri sulla mia scrivania. Quindi forse Pennywise, anche se può sembrare una risposta strana. I suoi libri mi hanno spronato a sviluppare il lato più fantasy delle mie storie.

Come ti è venuta la prima idea per questo libro e cosa hai imparato scrivendolo?
La storia dietro il primo libro di Soul Riders è interessante e leggermente insolita, perché in realtà sono stato contattata da Star Stable per scrivere il libro. Il mondo di Jorvik esisteva prima che me ne accorgessi! Amando da sempre i cavalli e le storie fantastiche, è stato un gioco da ragazzi. Mi sono tuffata nella ricerca, imparando tutto quello che c’è da sapere sull’universo di Star Stable. Ho appreso così tanto nel processo! Penso che la lezione più grande sia stata come bilanciare il rimanere fedele a un mondo preesistente e molto amato con la mia integrità artistica e trovare nuove idee.

Raccontaci 3 cose interessanti/pazze di te.

Ho due gatti neri che prendono il nome da due dei miei personaggi preferiti di film/serie TV horror: Gizmo di Gremlins e Bob di Twin Peaks.

Sono la campionessa locale di quiz musicali in carica nella mia città natale di Tyresö, in Svezia, e ho tonnellate di inutili conoscenze sulla musica alternativa e la cultura pop degli anni ’90.

Possiedo almeno 2000 libri e continuo a comprarne, anche se i miei figli si lamentano.

Se non potessi essere un’autrice/illustratrice, quale sarebbe la tua carriera ideale?
Forse avrei fatto la bibliotecaria in una scuola o l’insegnante di inglese.

C’è qualcosa in particolare che vorresti dire ai tuoi lettori italiani?

Per me, i libri di Soul Riders riguardano l’amicizia e la forza nell’essere te stesso. Ero un’adolescente una volta, proprio come Lisa, Linda, Alex e Anne, e ricordo ancora tutto questo in modo così vivido. Se riuscissi a ispirare i lettori a rimanere fedeli a se stessi e magari dimenticare per un po’ tutto di Covid-19 e delle tristi realtà della vita, sarebbe fantastico.

Newsletter

La nostra newsletter

Scelta della lista

Acconsento al trattamento dei dati personali secondo i termini di legge *